Flud, tTorrent e uTorrent: Qual è il migliore Torrent Downloader per dispositivi Android

uTorrent-for-AndroidI potenti smartphone che portiamo dietro, possono ormai essere definiti computer miniaturizzati. Hanno RAM in GB, velocità che rivaleggia con quella dei desktop e schermi 5,5 pollici con una risoluzione superiore a quella di un portatile Windows da 15 pollici.

Il grande schermo è ideale per guardare film, spettacoli televisivi e video e se utilizzate torrent per prelevare media, probabilmente finora lo avete fatto sul PC e poi trasferiti sul telefono/tablet per vederli sul treno o l’autobus o quando fate un lungo volo.

Ma il vostro telefono Android è già in grado di scaricare file torrent. Tutto ciò che vi serve è uno stabile segnale Wi-Fi, l’abilitazione a cercare e procurarsi torrent, uno smartphone con la batteria carica e siete a posto.

Vediamo quali sono le migliori applicazioni client torrent per Android.

Il migliore: Flud

A mio parere, Flud è il migliore client BitTorrent per dispositivi Android, semplice e bella. Se siete nuovi in questo settore, probabilmente non dovresti neanche sprecare il vostro tempo con gli altri. Basta scaricare Flud e siete a posto.

Flud

Vediamo perchè è il migliore. Flud ha un’interfaccia utente Material design e sembra che funziona meglio degli altri più noti presentati in questa lista. L’applicazione è gratuita se mantenete gli annunci, ma gli annunci sono generalmente discreti (solo banner). Flud Pro consente di sbarazzarsi degli annunci pagando solo 2.09 €.
Flud funziona in modo semplice per scaricare file torrent. Dopo l’aggiunta di un torrent da scaricare è possibile selezionare / deselezionare i file da scaricare. E’ possibile scaricare informazioni nel drawer di notifica in cui ci sarà anche un pulsante di arresto.

Flud2

Se avete scaricato torrent sul desktop, sapete che è importante monitorare i processi come il rapporto seeding, il numero di connessioni e lo spegnimento automatico. Flud fornisce tutte queste opzioni – anche client gratuito (per le altre applicazioni in questo elenco, questo è un aggiornamento a pagamento).

Ecco alcune note di impostazioni:

  • Scaricare solo quando si è collegato alla rete Wi-Fi
  • Spegnimento dell’applicazione quando il download è completato
  • Mantenere l’applicazione sempre in esecuzione in background (se si utilizza RSS per auto scaricamento)
  • Tenere CPU attiva: è rischioso, ma se si vede che la velocità di download scende quando il telefono è bloccato, utilizzare questa opzione
  • Scaricae solo quando si ha la carica
  • Limitatore della batteria: interrompere automaticamente il download quando la batteria raggiunge un livello al di sotto di un certo livello
  • Indicare i download massimo, la velocità di upload e il numero di connessioni

Il velocista: tTorrent

 tTorrent non ha il design curato come Flud ma possiede molte funzioni di base. Ha tutte le caratteristiche di cui abbiamo parlato sopra e la versione gratuita è abbastanza buona per partire.

ttorrent0

La versione tTorrent Pro costa 3.99 € e comparata alla versione Pro di Flud a 2,09€ ed alla versione free, non ha molto senso.

Non consigliati: uTorrent e BitTorrent

uTorrent è stato il miglior client torrent per Windows. Ora è vecchio ed ha persino il malware-y. Ma ancora è conosciuto e c’è anche un’app Android per i nostalgici se vogliono provarla.
E ‘piena di annunci – anche invadenti. L’app gratuita di Flud mostra solo i banner. uTorrent visualizza gli annunci a schermo intero che appaiono in modo casuale. Uno di loro mi ha fatto aspettare per 5 secondi prima della chiusura.

utorrent0

Ma la ragione principale per cui non si dovrebbe usare uTorrent o BitTorrent, che è il clone esatto di uTorrent, ad eccezione di una tonalità di colore diversa, è la mancanza di una versione gratuita valida. Non possiede le due caratteristiche di risparmio energetico della batteria e spegnimento automatico. Ciò significa che anche dopo che hai finito il download, uTorrent manterrà il vostro telefono attivo e continuerà a scaricare la batteria.

Se ti è piaciuto questo articolo, ci farebbe piacere se lo condividessi
Seguici su Facebook, Twitter, Google+ e se apprezzi il nostro lavoro scopri come supportarci ♥
simone

Simone Montalto - Webmaster e Editor

Ingegnere Informatico laureato presso il Politecnico di Milano. Appassionato di tecnologia e programmazione. Esperto e utilizzatore dei prodotti Apple ma anche di Android e Linux.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, cliccando in un'area sottostante o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi