Guida definitiva agli smartphone Android con processore Mediatek MTK65XX

Sono sempre di più gli smartphone con processori Mediatek MTK68XX che vengono venduti ogni giorno. A differenza dei telefoni più blasonati, è molto difficile trovare guide per questi smartphone.

Noi di Phoneitech cerchiamo di fornire una assistenza costante a tutti quelli che possiedono questi dispositivi ed hanno bisogno di aiuto, e a causa della grande richiesta di informazioni in merito a questo argomento, abbiamo deciso di scrivere una guida per principianti con tutte le informazioni più utili e le domande più frequenti sugli smartphone con processore Mediatek.

Argomenti trattati

  • Root dello smartphone.
  • Installare un File Manager che sfrutti i permessi di root.
  • NVRAM backup.
  • Backup ROM stock.
  • Generare una versione modificata della ClockworckMod e flasharla.
  • Problema IMEI non valido.

Pre-requisiti

  • È consigliabile utilizzare un PC con Windows XP o Windows 7. Potrebbero esserci problemi con altre versioni di Windows.
  • MTK USB Drivers Windows XP 32bitWindows XP 64bitWindows 7 32bitWindows 7 64bit.
  • ADB installato sul PC scaricabile da questo link (seguite le indicazioni che appariranno dopo aver lanciato l’eseguibile per installare il pacchetto.).

Permessi di root

Non esiste un unico metodo per ottenere i permessi di root sul proprio smartphone con processore Mediatek ed ogni dispositivo ha bisogno di software differenti. Sul blog sono presenti diverse guide che possono essere utilizzate per ottenere i permessi di root ed il consiglio è quello di provarle tutte fino a quando non trovate quella adatta al vostro smartphone:

File Manager che sfrutti i permessi di root

Uno dei migliori File Manager disponibili gratuitamente sul Play Store è ES File Explorer File Manager. Dopo aver installato l’app, avrete bisogno di darle i permessi di root. Per farlo, selezionate l’icona con tre linee orizzontali nell’angolo in alto a sinistra e dal menù selezionate Strumenti. Scorrete l’elenco e attivate la voce Root Explorer.

Un popup vi avviserà che state per concedere i permessi di root all’app: confermate l’operazione. Se ricevete un messaggio di errore, molto probabilmente non avete i permessi di root sul vostro smartphone. Dopo aver concesso i permessi di root, cliccate sulla scritta Root Explorer e, nella nuova schermata. selezionate Read/Write a selezionate tutti i campi nella colonna RW.

NVRAM Backup e ROM Backup

Esistono due tipi di backup, uno per la NVRAM e l’altro per l’intera ROM installata sul dispositivo. Perché fare un backup della NVRAM? Perché è molto facile creare danni allo smartphone e si può correre il rischio di perdere l’IMEI, il MAC Address o avere problemi di connessione. Questo backup è la vostra ancora di salvezza.

  • Per fare questo avete bisogno dell’applicazione MTKDroidTools, che potete scaricare da questo link.
  • Al termine del download, estraete il file con estensione .zip in una cartella chiamata MTKDroidTools.
  • Abilitate la modalità Debug USB sul vostro smartphone. Per farlo dovete prima abilitare la modalità sviluppatore [recatevi in Impostazioni -> Info dispositivo e fate 7 click consecutivi sulla voce Numero build] e poi recarvi in Impostazioni -> Opzioni sviluppatore e abilitare la relativa voce.
  • Collegate lo smartphone al PC.
  • Avviate l’applicazione MTKDroidTools sul PC come amministratore (click con il tasto destro sull’eseguibile e poi Esegui come amministratore).
  • Attendete che l’applicazione riconosca lo smartphone e carichi le sue informazioni.
  • Per fare un backup della NVRAM, fate click su IMEI/NVRAM e successivamente selezionate entrambi i metodi (bin e zip) e fate click su Backup.

Fatto questo, è tempo di fare un backup della ROM. Questo passaggio è importante se volete installare una nuova ROM sul vostro dispositivo o volete eseguire operazioni delicate. Questo backup vi garantisce di avere sempre un punto da cui partire per poter recuperare lo smartphone. Inoltre rende facile l’operazione di unbrick nel caso in cui avete sfortunatamente brickato il vostro smartphone.

  • Da MTKDroidTools fate click sulla tab root,backup,recovery e poi selezionate il bottone Backup.
  • Attendete con pazienza il termine dell’operazione, in quanto potrebbe durare un po’. Potete vedere una barra di progresso che vi indicherà quanto tempo manca alla fine.

Alla fine dell’operazione, un popup vi indicherà l’avvenuta creazione del backup. Se avete invece bisogno di creare solo il file Scatter del vostro smartphone, potete farlo andando sulla tab Phone Informations, selezionando il bottone Blocks Map e alla fine cliccare Create Scatter File, scegliendo infine la posizione dove volerlo memorizzare.

Creare e installare una versione modificata della ClockworkMod

Questo passaggio è obbligatorio se volete facilmente effettuare backup, ripristinarli e flashare o modificare la ROM. Fortunatamente in MTKDroidTools è presente tutto ciò di cui si ha bisogno per generare una recovery modificata e flasharla. Questo metodo funziona per la maggior parte degli smartphone con Processore Mediatek, ma non per tutti.

Non esiste un metodo universale che vada bene per tutti. Prima di proseguire assicuratevi di aver eseguito il backup della ROM del vostro smartphone.

  • Avviate MTKDroidTools ed andate nella tab root, backup, recovery.
  • Selezionate l’opzione To choose the boot.img file (di default è selezionato Install already prepared files) e fate click sul bottone Recovery and Boot.
  • Quando richiesto, aprite il file boot.img presente nella cartella del backup creato in precedenza e selezionate Yes per creare automaticamente una CWM recovery.

Prima verrà richiesto di installare un boot.img patchato sul telefono. Fate click su Yes per confermare l’operazione. Successivamente comparirà un secondo messaggio che chiederà se si vuole installare una recovery modificata nello smartphone. Selezionate anche in questo caso Yes. A questo punto avrete installato la CWM sul dispositivo e, selezionando Yes all’ultima messaggio, il telefono verrà riavviato in modalità recovery.

Risolvere problema IMEI non valido senza avere un backup della NVRAM

Per terminare questa guida vi proponiamo una soluzione per risolvere il problema di assenza di IMEI nel caso in cui non avete effettuato il backup della NVRAM. Il recupero dell’IMEI è molto semplice e per metterlo in pratica potete seguire questa nostra guida:

Per ulteriori dubbi o chiarimento non esitate a scrivere un commento.

Se ti è piaciuto questo articolo, ci farebbe piacere se lo condividessi
Seguici su Facebook, Twitter, Google+ e se apprezzi il nostro lavoro scopri come supportarci ♥
simone

Simone Montalto - Webmaster e Editor

Ingegnere Informatico laureato presso il Politecnico di Milano. Appassionato di tecnologia e programmazione. Esperto e utilizzatore dei prodotti Apple ma anche di Android e Linux.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, cliccando in un'area sottostante o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi