Come utilizzare al meglio due SIM di Zenfone 2

Come utilizzare-al-meglio-due-SIM-di-Zenfone-2-3Non aspettatevi funzioni dell’altro mondo da un dispositivo con due schede SIM, ma è molto utile per chi ha bisogno di due linee telefoniche.
Probabilmente voi non avete bisogno di un telefono dual-SIM, ma conosco molte persone che hanno un reale bisogno di un dispositivo con più di un numero, in grado di inviare e ricevere chiamate e messaggi, dimostrandosi una funzione molto utile. Ma qualcuno pensa di utilizzare i telefoni dual-SIM come una sorta di magia, pretendendo di utilizzare la doppia connessione di rete mobile in modo non adeguato, vediamo in questo articolo come funziona la doppia-SIM.

Per vederne il funzionamento, prendiamo come esempio uno dei recenti telefoni più popolari, e vediamo come utilizzare al meglio due SIM di Zenfone 2 e capire cosa si può – o non si può – fare con due schede SIM.

Cominciamo col dire che non tutti i dual-SIM funziona allo stesso modo. Prendete il nostro esempio – lo ZenFone 2 – e scoprirete che una SIM si comporta come una normale connessione di rete 4G LTE, con la possibilità di effettuare chiamate, inviare messaggi di testo e immagini, e utilizzare i vettori di rete dati mobile quando non usate una Wifi. L’altra scheda SIM è semplicemente deludente, perchè può utilizzare solo la vecchia connessione 2G.

Entrambe le schede SIM sono attive, e riceverete chiamate e messaggi quando qualcuno effettua delle chiamate o invia messaggi su quel numero corrispondente. È anche possibile effettuare chiamate e inviare messaggi utilizzando una delle due SIM card, tra cui inviare messaggi con immagini (ricordiamo che la connessione di rete 2G è sulla SIM 2), solo se l’applicazione che si sta utilizzando per inviare SMS supporta una configurazione dual-SIM. L’applicazione di messaggistica preimpostata su ZenFone 2 funziona bene, ma alcune applicazioni – come Google Messenger – non funzionano perchè incompatibili con la dual-SIM.

Come utilizzare-al-meglio-due-SIM-di-Zenfone-2

Quello che non si può fare, e su questo alcune persone fanno un po’ di confusione, è di usare due connessioni dati di rete mobile simultaneamente con velocità doppia o in modalità di “rete multitask”, oppure di utilizzare rete diverse per fare cose diverse.

In realtà, molti telefono dual-SIM (come il ZenFone 2) non hanno nemmeno una connessione dati ad alta velocità attiva sul secondo slot SIM. E’ meglio pensare la SIM 2 come una seconda linea, magari solo per chiamate di lavoro.

Con questa modalità di utilizzo che i telefoni dual-SIM brillano. È possibile utilizzare un unico dispositivo, impostato con tutti i vostri giochi e dati personali e altri software di intrattenimento, separando le attività di lavoro con quelle personali. Potete utilizzare la SIM 1 per inviare un SMS ai vostri amici per chiedere: dove si fa la festa?  Per lasciare un numero di telefono al vostro cliente potete utilizzare la SIM 2. È possibile scambiare le reti a piacimento, a patto che lo slot SIM del telefono supporti le bande di rete necessarie della SIM che si sta utilizzando.

Per esempio, potete inserire la scheda SIM che avete da anni nello slot SIM 1. Con questa SIM potete ricevere chiamate illimitate, testi e dati nello slot “principale”, ed è anche quello che viene utilizzato per la connessione a Internet con tutte le app.

Un telefono cellulare dual-SIM non è un qualcosa di magico per raddoppia la connessione a Internet, e su alcuni cellulari non è possibile neanche un secondo collegamento a Internet, ma è un ottimo modo per gestire due numeri di telefono diversi su un solo telefono, e molti di noi sanno quanto utile può essere questa funzione.

Se ti è piaciuto questo articolo, ci farebbe piacere se lo condividessi
Seguici su Facebook, Twitter, Google+ e se apprezzi il nostro lavoro scopri come supportarci ♥

Articoli Correlati

simone

Simone Montalto - Webmaster e Editor

Ingegnere Informatico laureato presso il Politecnico di Milano. Appassionato di tecnologia e programmazione. Esperto e utilizzatore dei prodotti Apple ma anche di Android e Linux.