Come sbloccare il bootloader di Asus Zenfone 2

Asus_Zenfone_2Il dispositivo Asus Zenfone 2 è un nuovo smartphone uscito nel mese di Aprile (qui trovate la nostra recensione). Abbiamo anche fatto una guida su come ottenere i permessi di root su Zenfone 2 con Lollipop.

In questa guida vediamo invece come sbloccare il bootloader di Zenfone 2 (tutti i modelli), ringraziando il membro TheSSJ di XDA che ne è stato l’autore.

Ecco come sbloccare il bootloader di Zenfone 2:

1. Per prima cosa assicuratevi di avere installata l’ultima versione del firmware (per z551ml è la 2.19.40.18 mentre per z550ml la 2.19.40.12 è in arrivo).
2. Prima di procedere è necessario avere ottenuto i permessi di root del dispositivo (qui trovate la guida).
3. Installate i driver adb e fastboot (trovate la guida qui) ed avviate il prompt dei comandi come spiegato nell’ultimo passo dell’articolo linkato.
4. Collegate il telefono al pc e digitate i seguenti comandi:

adb shell
su
getprop ro.isn > /factory/asuskey
reboot bootloader

5. A questo punto il telefono si riavvierà in Recovery Mode, per poi riavviarsi nuovamente mostrando la splash screen Asus bianca (il bootloader bloccato ha lo schermo nero, vedrete la differenza da soli).

6. Scaricate la splash screen nera da qui, estraetela e spostatela nella cartella adb.

7. Andate nella cartella adb e aprite il prompt dei comandi come fatto al punto 3 e digitate i seguenti comandi:

adb reboot bootloader
fastboot devices

8. Controllate se il dispositivo è elencato, e scrivete il seguente comando:

fastboot flash splashscreen splashscreen.img

9. Riavviate il telefono ed ora lo schermo iniziale sarà diventato nero. Complimenti il bootloader è ora sbloccato.

Attenzione: non ci assumiamo alcuna responsabilità se il vostro dispositivo non si avvia, anche se è difficile che seguendo questa procedura il telefono vada in brick. Se non sapete che cosa è un bootloader e cosa fare con esso, allora vi trovate nel posto sbagliato.
Una volta che il bootloader è sbloccato, non è possibile bloccarlo di nuovo (almeno per ora).

Se ti è piaciuto questo articolo, ci farebbe piacere se lo condividessi
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on StumbleUpon1
Seguici su Facebook, Twitter, Google+ e se apprezzi il nostro lavoro scopri come supportarci ♥

Articoli Correlati

simone

Simone Montalto - Webmaster e Editor

Ingegnere Informatico laureato presso il Politecnico di Milano. Appassionato di tecnologia e programmazione. Esperto e utilizzatore dei prodotti Apple ma anche di Android e Linux.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, cliccando in un'area sottostante o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi